Febbraio il mese delle mostre che riaprono

Mostre attive nelle varie regioni d'italia

Molte mostre hanno riaperto in alcuni regioni d'Italia già dalla prima settimana di febbraio, dopo un lungo periodo di chiusura.

Proprio ieri 8 febbraio allo Spazio5-Roma dalle ore 14:00 l’esposizione fotografica in anteprima per la Capitale “Human Rights". La storia dell’ONU (e del Mondo) nelle più belle immagini della United Nations Photo Library”. 

Composta di 160 immagini mira a indurre una riflessione sulla struttura dell’ONU e le sue contraddizioni, sia politiche che ideologiche, derivanti dal fatto che molti dei Paesi che aderiscono alle Nazioni Unite non ne condividono di fatto i principi fondamentali. L’esposizione è curata da Alessandro Luigi Perna.

Vogliamo ricordare, la riapertura del grande portone dei bellissimi Musei Vaticani  già da  lunedì 1 febbraio alle 8.30, dopo 88 giorni di chiusura al pubblico.

A Bologna ieri la riapertura della Pinacoteca Nazionale.

Sarà possibile tornare a vedere un interessante dipinto dell’ultima fase della produzione di Artemisia Gentileschi, Susanna e i vecchioni, dopo la partecipazione dell’opera a importanti mostre in Italia e all’estero. 

Segnaliamo anche l'Interessante mostra aperta ieri a Pistoia nel Palazzo Buontalenti l'antico Palazzo dei Vescovi.

Si tratta della prima esposizione che raccoglie la quasi totalità della produzione di Aurelio Amendola. Fotografo dell’Ermitage di San Pietroburgo, degli Uffizi, dei Musei Vaticani, della rivista FMR, del Vittoriale degli Italiani, e di numerose altre istituzioni museali nazionali e internazionali, legato a molti artisti del Novecento. Darà al pubblico l’opportunità di ammirarne la coerenza figurativa, il legame con la tradizione classica, con la storia dell’Arte e della Fotografia, con i grandi maestri contemporanei.

Altra interessante riapertura ieri 8 Febbraio a Pescara del Museo Cascella che celebra il centenario dello sculture Pietro Casella, ha segnato in profondità la cultura abruzzese italiana ed europea tra Ottocento e Novecento.

Sempre nella regione Abruzzo a Campli, uno dei borghi più belli d'italia, torna visitabile il Museo Nazionale Archeologico, ma anche l’Area Archeologica della Necropoli di Campovalano. Oggetto di scavi dagli anni Settanta, E' composta da oltre 600 tombe ad inumazione che abbracciano un arco cronologico che va dalla fine dell'età del Bronzo alla conquista romana.

Tutte le visite si terranno ovviamente nel rispetto delle norme anti-Covid, tantissime sono le mostre che da Febbraio hanno ripreso ad essere attive, attenderemo il mese di Marzo, per altre novità in merito alla riorganizzazione del settore.

Per vedere altre mostre attive in altre regioni d'Italia e in  programma per il 2021 potete cliccare qui